Finestre: collezione di 3 tappeti

“Bianco e Nero”, tecnica mista, cm 80×160

Tappeto tondo “Bianco e Nero”

Tappeto rettangolare “Bianco e Nero”

“Bisbigli”, tecnica mista, cm 100×70

Tappeto “Bisbigli”

Particolare

“Isola che non c’è”, tecnica mista, cm 110×180

Tappeto “Isola che non c’è”

Particolare

“Finestre” è una collezione di 3 tappeti, nata dall’incontro con Eugenia Pinna, affermata textile designer di origini sarde. La quale reinterpreta in chiave moderna e originale la tradizione tessile del suo paese d’origine: Nule in provincia di Sassari.

Tre quadri: “Bisbigli” , “L’isola che non c’è”, “Bianco e nero”, diventati anche tappeti.

 […] Tale collaborazione è particolarmente interessante anche per aspetti legati ai materiali d’elezione delle due artiste: Tavassi, infatti, lavora con le stoffe dipinte – e non direttamente con i colori – con le quali costruisce dei paesaggi, disponendo i tessuti (di iuta o di lino) uno sull’altro, a costruire campiture di colore, quasi fosse un collage, ma con intenzioni puramente pittoriche. Tali composizioni, ispirate al mutevole paesaggio della Sardegna, diventano il tracciato per i tappeti (Francesca Gallo)

La trasposizione sul telaio tradizionale ha avuto un lungo lavoro, prima di messa in carta e poi di scelta accurata dei colori per rendere al meglio gli effetti materici del quadro.

Finestre: collection of 3 carpets

“Finestre” is a collection of 3 carpets, born from the meeting with Eugenia Pinna, a well-established textile designer of Sardinian origins. Eugenia reinterprets in a modern and original way the textile tradition of her town of origin: Nule in the province of Sassari.

Three paintings: “Bisbigli“, “Isola che non c’è“, “Bianco e nero“, also transformed into carpets

 This collaboration is particularly interesting for aspects related to the choice of the two artists: Tavassi, in fact, works with painted fabrics, with which she constructs landscapes, placing the fabric (jute or linen) on one another, to build color fields as if it were a collage with purely pictorial intentions. Such compositions, inspired by the changing landscape of Sardinia, become the base for carpets.
The transposition on the traditional chassis has had a long work of preparation: first the paper transposition and then the accurate selection of the wool colors in order to better replicate the painting.